Ultimi Annunci inseriti
Mercatino Usato
Radio (0)Antenne (0)Accessori (0)Varie (0)
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Scrivi annuncio
Annunci
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Mar
03
2014

I radioamatori Raccontano Interviste all'Ham Radio Show di Napoli

Scritto da maurizio
PDFStampaE-mail

Intervista rilasciata dal Presidente di sezione

Maurizio Migliaccio iz8gbh

in fiera all'Ham Radio Show

di Napoli

Mar
26
2014

Radio da restaurare...i8kll

Scritto da maurizio
PDFStampaE-mail

 

Copia del trasmettitore  di bordo del dirigibile ITALIA, l'operatore era il 
marconista BIAGI. 

Come certo ricorderete il dirigibile cadde sulla banchisa del polo NORD, 
da questo tipo di trasmettitore

partirono i segnali SOS e ricevuti da un radioamatore Russo.  Il trasmettitore
è composto da un oscillatore

autoeccitato, funziona solo in CW, la manipolazione avviene per interruzione
della tensione anodica.
 
Era alimentato da due batterie, una per il filamento  a 8V e l'altra a 12 V,
elevata a 250 volt   mediante

un alimentatore a vibratore. i8kll Luciano

Oggi è nel mio laboratorio per restauro.

 

Feb
23
2014

Stand sezione ARI Mugnano Francesco Cossiga Ham Radio Show Napoli con CDN ARI

Scritto da maurizio
PDFStampaE-mail

Feb
15
2014

Log di stazione cartaceo

Scritto da maurizio
PDFStampaE-mail

Scarica il log cartaceo di stazione da stampare realizzato dalla nostra sezione ARI.

download

Nov
10
2013

Inaugurazione della nuova sede

Scritto da maurizio
PDFStampaE-mail

Il nostro Vice Presidente CDN ARI - premiato ad honorem dalla nostra sezione per il 2° diploma Francesco Cossiga. Avere il Vice Presidente CDN Ari Pino Zamboli I8YGZ all'inaugurazione dei nuovi locali della nostra sezione  per noi è stata una grande gioia. Sei rimasto con noi fino alla fine, proprio come un membro della nostra famiglia. Hai voluto goderti con noi il post evento, proprio quando tutti noi stavamo li seduti a rilassarci ed a scaricarci dalla tensione accumulata in queste settimane. Grazie Pino, ci hai trasmesso un grande gesto di amicizia!! Siamo fieri di essere rappresentati da te al CDN...Con stima il Presidente di sezione Maurizio Migliaccio iz8gbh

Foto di gruppo - soci ed amici

Lyudmila RZ9MYL in rappresentanza del YL radiostation

radioclub Pulsar

Taglio del nastro augurale fatto dal Sindaco di Mugnano (NA) Dott. Giovanni Porcelli

e dal Presidente di sezione Maurizio Migliaccio iz8gbh

IQ8GT - Facebook box
Referenze censite

Nuova referenza censita dal nostro socio IZ8XJJ: IFF-0873 - Parco Metropolitano delle Colline di Napoli

Salve questa è la seconda mia nuova referenza censita per l'Italian Flora Fauna Award. Il diploma è in continua e costante crescita, perchè oltre alle diverse versioni di ogni nazione esiste anche il diploma mondiale: W.W.F.F. (WorldWide Flora & Fauna), seguitissimo a livello globale e i crediti ottenuti alle versioni nazionali valgono anche per il mondiale.

Il Parco Metropolitano delle Colline di Napoli, è ubicato all'interno dei confini del territorio del Comune di Napoli, mai censito nell'elenco dell' I.F.F.A. (Italian Flora Fauna Award), grazie al mio lavoro di raccolta di documenti, il giorno 16 Gennaio 2016 lo staff dell'I.F.F.A. ha assegnato al Parco Metropolitano delle Colline di Napoli, la referenza IFF-0873.

Da luglio 2004, con il decreto istitutivo, si è avviata la formazione del Parco regionale metropolitano delle Colline di Napoli.Il parco si estende per 2.215 ettari, circa un quinto del territorio comunale, nella parte nord-occidentale della città, al centro dell'area metropolitana. Il parco inizia dalle pendici dei Camaldoli , che delimitano a nord le conche dei Pisani e di Pianura, comprende la collina dei Camaldoli, la selva di Chiaiano, il vallone san Rocco, lo Scudillo, la collina di San Martino. Fuori del perimetro ma in stretta contiguità con esso stanno: a ovest, la frazione napoletana del Parco regionale dei Campi flegrei (Posillipo, Agnano e Pianura), a est, il bosco di Capodimonte. Il parco preserva aree collinari lasciate libere dall'espansione urbana degli anni '60 e '70, come l'ampio vallone Sant'Antonio, "sorvolato" dai viadotti della tangenziale, che s'incunea fra le vie Cilea, Epomeo e Pigna; oppure, come lo Scudillo, fra i nuovi insediamenti dei Colli Aminei e i tessuti storici di Avvocata e della Sanità; si proietta nel centro storico con i terrazzamenti di San Martino. Per la vicinanza ai quartieri moderni e storici, si apre alla città con numerose porte d'ingresso, in prossimità con le stazioni della metropolitana e i caselli della tangenziale. L'Eremo dei Camaldoli e la Certosa di San Martino, due siti emblematici dell'immagine della città e della sua identità storico-religiosa, si offrono, in senso sia geografico che culturale, quali riferimenti fondamentali del Parco delle Colline di Napoli.
È un parco aperto a usi diversi, pubblici e privati, infatti al suo interno devono poter convivere: zone di riserva integrale, aree agricole, insediamenti abitati, strutture agrituristiche, spazi di verde pubblico e attrezzati.

73'Occhiolino IZ8XJJ

Cerca nel sito
Bacheca qsl soci
iz8kmj.jpg
I tuoi messaggi privati

Non sei identificato sul sito.

Utenti online
 50 visitatori online
Skype

Skype Me™!

Qth Locator
Dx News Info
Banner
Ricerca Annunci
 

Visitatori
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterVisitatori Oggi1799
mod_vvisit_counterIeri2140
mod_vvisit_counterQuesta Settimana3939
mod_vvisit_counterQuesto Mese55093
mod_vvisit_counterTot. Generale1311052
Qrz.com




© www.qrz.com

Il log di IQ8GT
Callsign:
Call di sezione
Meteo
Countdown
Fine mandato del C.D. e C.S. 853 Days