Ultimi Annunci inseriti
Mercatino Usato
Radio (0)Antenne (0)Accessori (0)Varie (0)
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Scrivi annuncio
Annunci
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Ott
13
2015

11 giugno 2017 assemblea straordinaria dei soci

Scritto da maurizio
PDFStampaE-mail

Il Consiglio Direttivo ha convocato l'assemblea straordinaria dei soci

il giorno 10 giugno 2017 alle ore 23.00 in prima convocazione ed il

giorno 11 giugno 2017 alle ore 10.00 in seconda convocazione per

discutere dei seguenti punti all'o.d.g. :

1. Approvazione del bilancio consuntivo 2016;

2. Approvazione del bilancio preventivo 2017;

3. Relazione sull’andamento 2016 del Presidente;

4. Relazione del Collegio Sindacale sul bilancio consuntivo 2016.

Colgo l’occasione per porgerVi cordiali saluti.

Mar
15
2017

MDXC QSL Service Napoli Nord in Sezione ARI Mugnano

Scritto da Admin
PDFStampaE-mail

 

Salve, per i soci del Mediterraneo DX Club, presso la nostra Sezione ARI, grazie al nostro QSL Manager IZ8XJJ è partito il servizio "MDXC QSL Service Napoli Nord": esso è centro di raccolta delle QSLs del MDXC. Gli iscritti al Club che lo vorranno possono aderire al servizio per la consegna a mano delle proprie cartoline presso la nostra Sezione e possono usufuire del servizio tutti i radioamatori interessati, anche se non iscritti alla Sezione. Per aderire al servizio, cliccare il link del modulo sotto.

https://iz8xjj.jimdo.com/contact-me-1/


Apr
18
2017

Teatro Romano di Cales reference DTMBA-I008CE

Scritto da maurizio
PDFStampaE-mail

Il Teatro Romano di Cales ubicato a Calvi Risorta in Provincia di Caserta, mai censito nell'elenco del Diploma Teatri Musei e Belle Arti, grazie al mio lavoro di raccolta di documenti, il giorno 13 Aprile 2017 lo staff del D.T.M.B.A. ha assegnato la referenza DTMBA-I008CE.

Il teatro di Cales sorge nella zona mediana della città antica, in prossimità del limite occidentale delle mura e a poca distanza dal Foro.

Fu la prima colonia romana fondata in Campania, per la sua posizione strategica all’interno della regione, al confine con la fertile pianura controllata da Capua e con le vie d’accesso al Sannio e al Lazio.

Tale edificio fu costruito verso la metà del I° secolo d. C. su un’area sacra precedente da cui proviene un capitello arcaico in tufo di stile dorico etrusco-campano ed un’antefissa a testa femminile tra fiori di loto della fine del VI° inizi del V° secolo a. C.

Gli scavi hanno portato alla quasi completa messa in luce del monumento che si dispone in uno spazio quadrangolare tra un asse viario a sud e la terrazza di un’area sacra a nord. Le coordinate geografiche del teatro di Cales sono latitudine 41° 11’ 59.91”; longitudine 14° 7’55.48”.

Il teatro di Cales è stato purtroppo spogliato in maniera sistematica del suo apparato decorativo che era notevole, vista la quantità di frammenti marmorei e degli elementi architettonici in marmo e tufo rinvenuti negli strati di interro. Infatti, anche se mancano i resti di apparati decorativi ed elementi architettonici, è ipotizzabile che la decorazione fosse di alto livello qualitativo tramite la visione attenta dei pochi frammenti di marmi policromi presenti, le modanature architettoniche in tufo e marmo e gli elementi scultorei lapidei.

Il sito è visitabile gratuitamente, con accompagnamento su richiesta presso l'Ufficio archeologico di Calvi Risorta.

Apr
12
2017

IZ8XJJ Giovanni – I006NA Nuova Referenza DTMBA

Scritto da maurizio
PDFStampaE-mail

CLICCA SULL'IMMAGINE

Grazie all’aiuto di Giovanni IZ8XJJ conosciamo meglio questo bellissimo angolo di paradiso dal nome TEATRO ROMANO DI MISENUM a Bacoli, Referenza DTMBA I006NA.

Un vero e proprio gioiello, una perla della nostra terra, ricca di storia e cultura!

Presto ON AIR grazie al caro amico Giovanni IZ8XJJ, veterano degli Award, che conta una collezione invidiabile di Diplomi particolari e originali conseguiti con estrema dedizione e con grande Ham Spirit.

Maggiori informazioni a questo link:

https://iz8xjj.jimdo.com/my-new-references-d-t-m-b-a/my-new-reference-dtmba-i006na/

Feb
02
2017

Ruolo d'onore 40 anni di ARI al socio Fiorillo Luciano I8KLL

Scritto da maurizio
PDFStampaE-mail

In occasione del 50° anno d'iscrizione ARI del Socio Luciano Fiorillo I8KLL, il direttivo ha deciso di organizzare una piccola festa in suo onore  Domenica 5/02/2017 alle ore 10.00  presso i locali della nostra Sezione ARI Mugnano di Napoli "Francesco Cossiga". Tutti i soci sono invitati a partecipare.

Un importante obiettivo raggiunto con tanta tecnica e professionalità.

Anche grazie alla sua presenza in sezione i contenuti tecnici delle nostre sedute associative si arricchiscono. Un grande uomo, un grande tecnico un socio esemplare. Grazie di tutto Luciano! Auguri da tutti noi.

 

P.S. Si gradisce un cortese segno di adesione.

Pagina 1 di 7
IQ8GT - Facebook box
Referenze censite

Nuova referenza DAI-CP0729 a cura di Giovanni IZ8XJJ

Ciao a tutti, siamo ancora in Provincia di Caserta, una nuova referenza DAI, valida anche per il nuovo "Diploma Abbazie Linea di San Michele". La Chiesa di San Michele Arcangelo ubicata a Lauro, frazione di Sessa Aurunca mai censita nell'elenco del Diploma delle Abbazie Italiane, grazie alla mia raccolta di documenti, il giorno 5 Agosto 2016 lo staff del D.A.I. ha assegnato, la referenza DAI-CP0729.

 

San Michele Arcangelo o Sant'Angelo è la più antica chiesa di Lauro, si presenta austera, all’ingresso del paese, per chi giunge da est, da Sessa Aurunca. E' posta al lato della strada provinciale, su una piccola altura, un poggio tufaceo a ridosso della località «La Forma».Il più antico documento che si riferisce all’antichissima Chiesa è la Bulla di Adenulfo, con la quale s’investe Benedetto della Diocesi suffraganea di Sessa. Tra le Chiese sottomesse alla sua autorità, è nominata l’«Ecclesia S. Archangeli», che corrisponde, per l’ordine in cui è posta nell’elenco, alla Chiesa di S.Angelo di Lauro. Altre fonti antiche non ci sono. Il territorio della Curtis Lauriana era tra le pertinenze di Montecassino, prima della fondazione del monastero di Sessa, edificato nel 1012.

Non ci sono molti documenti scritti, ma il poco che c’è, e, in particolare, la Chiesa stessa di S. Angelo, con i suoi antichi affreschi e le sue decorazioni pittoriche, indica che quella di Lauro è un’antica comunità di fede in Cristo Gesù, Nostro Signore e Salvatore.

Sul lato storico-artistico il Bertelli e la Grelle affermano: «In tanta scarsezza di notizie è dunque il monumento stesso che deve giustificare la propria datazione e la propria collocazione storica».

E’ possibile ammirare oggi, in tutta la sua monumentale bellezza, la Chiesa di S. Angelo, grazie ai lavori di ristrutturazione dell’edificio compiuti con l’intervento della Sovrintendenza, in seguito al sisma del 1980 «ed in virtù dei fondi maggiori destinati alle zone terremotate», come sottolinea il Fiorillo. All’interno, però, non è possibile, per ora, ammirare la bellezza dei suoi affreschi, dei suoi colori, delle sue pitture; il distacco degli affreschi si è reso necessario, secondo gli studiosi, per recuperare, seppur in modo frammentario, il prezioso patrimonio. Gli affreschi sono oggi al Museo dell’Opera e del Territorio presso la Reggia di Caserta. La Chiesa di S. Angelo vive un tempo di attesa, nella speranza di ritornare a rifulgere nella magnificenza del suo antico, originario splendore.

Il saggio del Bertelli e della Grelle ci aiuta a cogliere la bellezza artistica della Chiesa e il significato profondo degli elementi che la costituiscono, che va oltre la storia e l’arte e ci comunica la fede profonda di un popolo.

La Chiesa di S. Angelo si apre a oriente con un campanile, aderente alla facciata. In esso si trovano alcuni frammenti romani: resti di pavimentazione in opus spicatum utilizzati in alto come ornamento, in basso sono murati due frammenti di marmo lunense, di cui una base nello spigolo destro del portale. In seguito all’intervento di risanamento dell’edificio nel 1980, la base è risultata essere un’ara, inserita in posizione capovolta, rispetto all’originaria. Sul lato frontale riporta un’epigrafe, purtroppo non completamente leggibile, per l’usura della pietra, disposta su tre righe, le cui lettere sono di altezza crescente. Il nomen del personaggio femminile della prima linea è andato perduto, il cognomen è rimasto solo in parte e, per lo spazio disponibile, si può pensare a un’integrazione quale FIRMINA. Non si sa per chi il dedicante fece fare l’ara, oltre che per sé, si può supporre il consorte o un altro familiare. Sotto l’iscrizione funeraria vi sono i resti di una ghirlanda, di cui si vedono solo alcune foglie, nella sua parte concava c’è un’aquila, posta frontalmente, che poggia le zampe sul festone ed ha le ali spiegate, alla sua destra c’è attorcigliato un serpente. Al di sotto del festone è rappresentata la lotta dei galli, che simboleggia l’immortalità e gli istinti combattivi. Sul lato destro vi è una patera. Il lato sinistro è inserito nella muratura. L’ara è databile tra la fine del I sec. d.C. e i primi decenni del II sec. d.C., ciò si rileva dai caratteri dell’epigrafe e dal tipo di ara.

 

http://iz8xjj.jimdo.com/my-new-references-d-a-i/my-new-reference-dai-cp0729/

73' IZ8XJJ

 

 

Cerca nel sito
Bacheca qsl soci
ik8dyf.jpg
I tuoi messaggi privati

Non sei identificato sul sito.

Utenti online
 27 visitatori online
Skype

Skype Me™!

Qth Locator
Dx News Info
Banner
Ricerca Annunci
 

Visitatori
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterVisitatori Oggi594
mod_vvisit_counterIeri1949
mod_vvisit_counterQuesta Settimana6078
mod_vvisit_counterQuesto Mese39128
mod_vvisit_counterTot. Generale1243596
Qrz.com




© www.qrz.com

Il log di IQ8GT
Callsign:
Call di sezione
Meteo
Countdown
Fine mandato del C.D. e C.S. 887 Days